China  croatia  Czech_Republic  Georgia  germany  United_Kingdom  greece  france  indonesia  italy  netherlands  Norway  poland  russian_federation  spain  turkey  Vietnam

FACCIAMO CHIAREZZA!

Che cosa è un acquario biotopo?

Autore: Oleg Labutov

Negli ultimi anni, gli acquario biotopo sono diventati sempre più popolari. Gli amanti di pesci esotici, molluschi e piante stanno creando i loro mini ecosistemi nelle loro case, copiando abilmente gli habitat naturali e creando condizioni perfette per mantenerli. Capita però che si verifichino talvolta incomprensioni tra coloro che sono interessati.

Per comprendere in maniera più dettagliata che cosa sia un “acquario biotopo” vi raccomando di immergervi per un istante nel mondo dei biotopi subacquei. Poche persone riconoscono quanto essi siano davvero belli. L’uso di speciali telecamere ci ha permesso di osservare i paesaggi subacquei allo stesso modo di quelli sopra la superficie.

Sfortunatamente ogni anno vengono distrutti migliaia di biotopi nel nostro pianeta e rischiamo di non riuscire più a vedere molte specie di organismi acquatici non solo nei loro ambienti naturali, ma anche in acquario. Il nostro compito è di raccogliere più informazioni possibile e di aiutare un po’ la salvaguardia dei biotopi minacciati. Dal 2011, stiamo tenendo il Concorso tra progetti di Acquari biotopi, che ci aiuta a focalizzare l’attenzione dei nuovi acquariofili su come creare le corrette condizioni di mantenimento dei pesci in acquario. Molti di voi potrebbero aiutarci svolgendo alcune ricerche e partecipando al nostro concorso.

BIOTOPO, DISTRIBUZIONE DELLE SPECIE ED ECOSISTEMA

Prendiamo visione della terminologia scientifica più importante. Non spaventatevi se non compredenete subito il significato di alcuni termini. Tutto diventerà un po’ più chiaro più avanti. Il processo sarà emozionante ed educativo.

Distribuzione delle specie è il territorio nel quale vivono gli organismi viventi. La distribuzione delle specie può includere alcuni biotopi differenti.

Biotopo è l’ambiente, costituito da fattori biotici e abiotici per una specifica biocenosi, una comunità di organismi viventi, tipica di una data regione. I biotopi e le biocenosi fanno parte di ogni ecosistema naturale che è caratterizzato dal ricircolo di sostanze.

Consideriamo questi termini nell’esempio dell’Oscar (Astronotus ocellatus). La distribuzione della specie per questa specie è il territorio sudamericano del sistema di fiumi dell’Amazonia, Orinoco, Oyapok, etc. Gli Oscar vivono in vari biotopi, sebbene ciascuno dei quali possieda caratteristiche uniche, essi hanno tuttavia alcuni aspetti comuni. Per esempio, luoghi con radici o ricoperti dalla vegetazione costiera in fiumi e torrenti con scarsa corrente.

Descrizione delle immagini: In un sistema acquatico possono esistere diversi biotopi con condizioni ambientali e comunità di organismi viventi differenti. Per esempio: 1. Un biotopo di un ruscello con forte corrente, acqua fresca e ossigenata. 2. Un biotopo di un area marginale di un lago, disseminato di radici e foglie, con un basso pH. 3. Un biotopo di una regione stagnante di un fiume con fondo fangoso, coperto da piante acquatiche. 4. Un biotopo con sabbia e rocce, con un elevata durezza GH.

Ciascuna specie di essere vivente e ciascuna sua popolazione separata presenta preferenze sulle condizioni dell’habitat: tipo di substrato, intensità della e durata della luce, temperatura e composizione chimica dell’acqua, alimentazione disponibile, presenza di specie competitrici e di predatori. Tutto questo forma un biotopo. Tuttavia, va considerato che tutto cambia in natura. Un biotopo non ha confini definiti. Esso può cambiare a causa delle condizioni atmosferiche o per l’intervento dell’uomo. Alcune specie di pesci migrano lungo la loro distribuzione di specie, vivendo in vari biotopi e interagendo con varietà di organismi. Gli individui di una specie possono anche cambiare il loro ambiente in base all’età.

Quindi, parlando di un biotopo naturale, dobbiamo immaginare non soltanto un punto nella mappa, ma anche le condizioni ambientali dell’organismo che vive in quel luogo.

RIFLESSIONI SUI BIOTOPI NATURALI IN ACQUARIO

Come dovrebbe essere un acquario? Osservato dal punto di vista dei sui abitanti, bello e interessante da osservare dal punto di vista dell’uomo. Questa regola è valida per tutti i tipi di acquari di casa. Ma quali sono le caratteristiche di un acquario biotopo?

I biotopi naturali di vari angoli del nostro pianeta sono la casa di molte specie ornamentali di pesci d’acquario. Ciascuno biotopo ha caratteristiche uniche e sono popolati da organismi viventi, specifici solo di queste aree. Per migliaia di anni i pesci e le piante si sono adattate a particolari condizioni ambientali.

Allo stesso modo di un ecosistema naturale, un acquario contiene gli ambienti e gli organismi viventi. Il nostro compito è di raccogliere quante più informazioni possibile su un biotopo naturale e di ricreare tutte le condizioni necessarie per la vita dei pesci e delle piante in acquario.

L’Acquario Biotopo è un ecosistema prodotto dall’uomo in casa o in acquari da esibizione, creato in base alle conoscenze, ricevute da ricerche su biotopi naturali. Gli elementi e gli organismi viventi di un ambiente devono essere selezionati correttamente ed accoppiati dal punto di vista del design, fattibilità e appartenenza al biotopo.

A prima vista alcuni acquari possono sembrare dei biotopi, tuttavia, essi dovrebbero essere considerati come tali solo parzialmente. Consideriamo gli esempi:

  1. In un acquario geografico* gli organismi acquatici sono selezionati in base alla loro appartenenza ad un’area, senza concentrarsi alle condizioni di uno specifico biotopo e ambiente. Per esempio un acquario per grandi pesci provenienti dall’area dei fiumi dell’Amazzonia oppure un acquario per ciclidi del lago Tanganica.
  2. In un acquario ecologico* gli organismi acquatici sono selezionati in base alla similarità dei requisiti richiesti in termini di condizioni ambientali, senza focalizzarsi su una particolare area o biotopo. Per esempio, un acquario per pesci di acqua fredda e forte corrente, o pesci che necessitano rocciate e livelli elevati di sali e durezza carbonatica.
  3. In un acquario monospecie* vengono create particolari condizioni per la vita di un’unica specie di pesce, senza incentrarsi ad una particolare area o biotopo. Per esempio, un acquario con “acqua nera”, piena di rami e foglie per i ciclidi  Apistogramma agassizii.

*I termini utilizzati nono sono universalmente accettati e possono cambiare in futuro.

CRITERI DI VALUTAZIONE PER ACQUARI BIOTOPO

Un acquario è un ecosistema artificiale, che consiste in un biotopo (ambiente) e biocenosi (organismi viventi). La loro selezione, combinazione e conformità ad un biotopo naturale va valutata considerando i seguenti criteri:

  1. 3af70778176d6c255f948e64c041d8ebCorrispondenza ambientale. Gli arredi ed i substrati, selezionati per allestire un acquario, dovrebbero rispecchiare quelli del biotopo specifico.
  2. Corrispondenza degli organismi viventi. Le specie di pesci, delle piante e dei molluschi dovrebbero essere le stesse dello specifico biotopo. Questi possono essere catturati in natura o di allevamento, ma vanno considerate soltanto le varietà selvatiche. Le varietà con colori innaturali non sono consentite. L’utilizzo di specie cosmopolite e invasive è consentite. Tuttavia, la loro presenza andrebbe spiegata nella descrizione.
  3. Qualità dell’ambiente. I parametri dell’allestimento, i substrati e la loro distribuzione dovrebbe corrsipondere alle esigenze vitali degli organismi acquatici. Per esempio, non troppe foglie in decomposizione, alghe e rifugi per ciclidi etc.
  4. Qualità degli organismi viventi. I pesci, le piante e gli invertebrati dovrebbero essere sani. La loro quantità e bilancio dovrebbe essere ottimale per un acquario. La presenza di specie come cibo è consentita. Tuttavia, la loro presenza andrebbe menzionata nella descrizione e corrispondere nel biotopo.
  5. Combinazione dei componenti ambientali. Gli arredi e i substrati nella loro totalità dovrebbero formare l’effetto naturale che caratterizza un biotopo acquatico. La vista dovrebbe essere armoniosa da un punto di vista sia naturale che estetico.
  6. Combinazione degli organismi viventi. I pesci dovrebbero comportarsi naturalmente e occupare le opportune nicchie. Le piante dovrebbero essere posizionate e lasciate crescere alla stessa maniera che in natura.

Se volete presentare il vostro lavoro al Biotope Aquarium Design Contest, dovreste scrivere il nome e la descrizione del biotopo opportunamente. La qualità delle foto allegate è altrettanto importante. Si prega di nascondere attrezzature, e pulire i vetri dell’acquario. Rendete visibili tutte le specie di pesci nella foto principale. Questo vi aiuterà ad ottenere un buon risultato.

I concetti, spiegati nell’articolo, verranno analizzati e corretti se necessario ogni anno. Siamo sempre disponibili per collaborazioni e pronti ad accettare tutte le persone nella nostra squadra, sperando di aiutare nello sviluppo di biotopi acquatici. Se avete idee, sentitevi liberi di scrivere alla nostra e-mail: contact@biotope-aquarium.info

Oleg Labutov

Autore dell'articolo e foto subacquee


Sergei Anikin

Autore delle immagini e traduzione in inglese


Daniele Maxia

Autore della traduzione in italiano